Agri.Bi. Calcolo Salario Variabile



Salario variabile anno 2018 da corrispondere con la mensilità del mese di giugno 2019

Le organizzazioni datoriali e dei lavoratori agricoli, Confagricoltura Verona, Coldiretti Verona, Cia Verona, Flai-Gcil, Fai-Cisl e Uila-Uil, per il biennio 2016 e 2017, hanno introdotto per la provincia di Verona a favore degli operai agricoli il salario variabile erogato secondo i criteri e la disciplina di cui ai premi di produttività ai sensi dell'art. 1, comma 188 Legge 28/12/2015 n.208 e successive circolari applicative tra cui la circolare n.28/E del 15/06/2016 dell'Agenzia delle Entrate.

Grazie all’accordo sindacale del 31/10/2018 il salario variabile detassato è elemento strutturale dell’assetto contrattuale e non più sperimentale.

Indicatore

Al fine della detassazione di detto salario, che dovrà essere corrisposto dalle aziende ricorrendone i presupposti, si è individuato, quale indicatore idoneo a misurare l'incremento della produttività azienda, l'indice MOL/VA di Bilancio Margine Operativo Lordo diviso per il Volume d'Affari.

Il MOL andrà così calcolato: Fatturato detratti i costi  d'acquisto e i costi del personale.

Valore dell'indicatore e importo del salario variabile

In caso di risultato positivo dell'indice MOL/VA come sotto individuato, saranno erogati ai lavoratori assunti con un contratto di lavoro a tempo indeterminato -OTI-, nell'anno di riferimento, le seguenti somme:

MOL/VA > 0,30 ≤ 0,40 190,00 (euro)
MOL/VA > 0.40 ≤ 0,50 250,00 (euro)
MOL/VA > 0,50 313,00 (euro)

NOTA BENE: In applicazione della Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate del 19.10.2018 n. 78/E affinchè sussistano i presupposti per l’erogazione della retribuzione variabile detassata, il valore dell’indicatore scelto, MOL/VA, dovrà subire un incremento rispetto all’anno precedente.
Pertanto con riferimento alla retribuzione annuale variabile di competenza anno 2018, l’incremento del valore dell’indice andrà valutato con riferimento al dato del 2017 e così per gli anni successivi.

Modalità di erogazione

L’erogazione del salario variabile per l’anno 2018 avverrà entro la mensilità del mese di giugno 2019, come previsto dall’accordo sindacale del 23/4/2018 che ha derogato a quanto previsto dall’art. 14 del Contratto provinciale del 12/12/2016 e dal successivo accordo sindacale del 14/5/2019.

Per i lavoratori OTI non occupati per l'intero anno solare, l'azienda erogherà i ratei di salario variabile proporzionali al periodo di occupazione.

Operai agricoli assunti con contratto a tempo determinato - OTD -

Per gli operai assunti con contratto a tempo determinato - OTD -, ancora in forza nella medesima azienda nel mese di aprile 2019, sarà riconosciuto il salario variabile ricorrendone i presupposti, proporzionalmente alle giornate lavorate nell'anno 2018 nella misura giornaliera determinata dividendo gli importi sopra individuati per gli OTI per 312.

Sono fatti salvi accordi aziendali di erogazione di premi di produttività migliorativi.

Modalità di verifica della sussistenza dei requisiti per l'erogazione del salario variabile

Agri.bi. è il soggetto giuridico a cui le aziende dovranno inviare con modalità telematiche, i dati necessari alla verifica della sussistenza dei requisiti per l'erogazione del salario variabile annuale entro il 30 giugno del 2019.

In caso insorgessero discussioni tra l'azienda e i lavoratori, in merito alla determinazione del salario variabile, le parti interessate o anche singolarmente - azienda o lavoratore - potranno richiedere, anche per il tramite dell'organizzazione di appartenenza, all'Ente Bilaterale di settore - AgriBi - un incontro per tentare di comporre bonariamente la vertenza insorta.

 

 

Agri.Bi. non registra alcun dato anagrafico dell'azienda. I dati fiscali e il valore dell'indicatore verranno trattati dall'Ente in forma anonima e ai soli fini statistici

 

 

Agri.Bi. non registra alcun dato anagrafico dell'azienda. I dati fiscali e il valore dell'indicatore verranno trattati dall'Ente in forma anonima e ai soli fini statistici